Conferenza dei comitati consultivi – RETE CIVICA DELLA SALUTE 30.10.2015

Conferenza dei comitati consultivi – RETE CIVICA DELLA SALUTE 30.10.2015

uno degli articoli pubblicati nel bollettino dei comitati consultivi:

QUESITO DI NOVANTAMILA CITTADINI INFORMATI, ANCORA IGNOTI
“Perché non mi invitate? “
ASPETTANO DI ENTRARE NELLA RCS

“Perché non mi avete ancora contattato per essere Cittadino Informato della Rete Civica della Salute?”. E’ la domanda che certo porrebbero i cittadini considerati dal progetto regionale dell’Assessorato della Salute – almeno centomila – per sapere di più sulla tutela della propria salute e su come aiutare il Servizio Sanitario  a migliorarsi, nell’interesse proprio e della collettività, appena sapessero di questa concreta opportunità.
A chi dovrebbero farla questa domanda?
Intanto agli Aspiranti Riferimenti Civici (ARC) registrati che ritardano ad inserire sul sito www.retecivicasalute.it i contatti d’invito per includere nella Rete i rispettivi conoscenti.

Poi la domanda risalirebbe verso i componenti dei team work individuati in ciascuna azienda sanitaria per attuare questo obiettivo di empowerment (Capitolo 14 dei Piani Attuativi Aziendali 2015 ) che, a loro volta  registrati, sono altrettanto in ritardo.

Ma non disperino i Cittadini in attesa di divenire Informati. Sta partendo l’informazione, e si spera anche gli inviti personali ( la RCS è fatta da singole Persone ), in tutti i partenariati sociali              (Scuole, Università, Comuni, Ordini e Collegi professionali, Terzo Settore, ecc.) coinvolti con protocolli d’intesa per reclutare – in prima fase – dentro le rispettive comunità i 2000 Riferimenti Civici della Salute che, invitando ciascuno 50 conoscenti, tessono i 100.000 contatti consapevoli, appunto Cittadini Informati.

Altra annotazione nel mese merita l’articolo di Lucia Borsellino sull’ “Esperienza siciliana” di riordino uscito nell’ultimo numero della rivista nazionale Monitor di Agenas. Viene chiaramente illustrata la legge 5/2009 e spiegate le innovazioni organizzative, gli strumenti programmatici e gestionali di riqualificazione dei servizi e risanamento finanziario. Una parte importante è riservata al ruolo dei Comitati Consultivi Aziendali nella pianificazione sanitaria delle aziende, nell’accompagnamento degli obiettivi di miglioramento e  valutazione di risultato,  della loro funzione di rappresentanza della centralità del cittadino.  Una lettura assai utile, direi imperdibile per i componenti dei CCA che vogliono impegnarsi con crescente competenza.

Pieremilio Vasta

 

 

http://www.policlinicovittorioemanuele.it/conferenza-dei-comitati-consultivi-bollettino-n10-del-31-Ottobre-2015

http://conferenzacomitaticonsultivi.overblog.com/

http://www.policlinicovittorioemanuele.it/comitaticonsultivi

CONVEGNO REUMATOLOGIA Mercure Catania EXELSIOR 17 Ottobre 2015

2015-10-17 09.41.042015-10-17 09.40.432015-10-17 09.39.592015-10-17 09.28.112015-10-17 12.02.552015-10-17 11.18.292015-10-17 10.59.37

2015-10-17 12.28.41

2015-10-17 10.57.242015-10-17 10.25.552015-10-17 10.05.202015-10-17 09.59.542015-10-17 09.41.43

CONVEGNO REUMATOLOGIA Mercure Catania EXELSIOR 17 Ottobre 2015

  • Dove:
    CONVEGNO REUMATOLOGIA
  • Inizio:
    17/10/2015 ore 08:00
  • Fine:
    17/10/2015 ore 11:00
  • Indirizzo:
    Piazza Giovanni Verga, 39
    CATANIA, ,

Progr Prel Reumanet2015_Rev 21-07.pdf

 

PROGRAMMA SCIENTIFICO PRELIMINARE

LE FEBBRI PERIODICHE: PERCORSO DIAGNOSTICO-TERAPEUTICO

PARTECIPANTI AI LAVORI :

DOTT.SSA PATRIZIA BARONE-CATANIA

DOTT. M.GATTORNO-GENOVA

DOTT. V.GERLONI-MILANO

DOTT. A . GULINO -CATANIA

DOTT. G. BELFIORE -CATANIA

DOTT. L. CANTARINI- SIENA

 

 

Maris entra nella RETE CIVICA DELLA SALUTE -REGIONE SICILIA

 

RETE CIVICA DELLA SALUTE-LOGO

 

La Rete Civica della Salute nasce per promuovere i diritti della persona rafforzando ed ampliando il sistema di informazione e utilizzo dei servizi sanitari e di partecipazione dei cittadini alla qualificazione del sistema salute. 

La rete costituisce una vera e propria infrastruttura sociale fondata sulla reciproca collaborazione tra operatori, pazienti, istituzioni e cittadinanza al fine di migliorare il Servizio sanitario regionale (SSR) nell’interesse proprio e della collettività.

La base da cui si diparte è rappresentata dai Comitati Consultivi Aziendali (CCA), istituiti dalla L.n .5 del ’09 come organismi interni alle Aziende Sanitarie composti di organizzazioni di volontariato che rappresentano varie categorie di utenti e di operatori del SSN portatori di svariate problematiche nell’ambito sanitario o socio-sanitario.

I CCA hanno il compito di promuovere la partecipazione fornendo pareri sulle scelte dell’Azienda, sui fattori di umanizzazione e qualità dei servizi sanitari.

L’idea è, quindi,  quella di inserire l’esperienza ed il funzionamento dei CCA in una Rete Civica della Salute (RCS), connessa alla dimensione territoriale e quindi ampliata e rafforzata mediante la partecipazione di cittadini attivi in funzione di stakeholders (portatori d’interesse) delle singole comunità. All’interno di questa RCS, si inseriscono i singoli cittadini che hanno voglia di spendersi e di fornire, su base volontaria, il  proprio impegno nel contribuire a leggere meglio i bisogni del territorio.

La Rete è ampliata e rafforzata attraverso l’adesione volontaria, nei 390 comuni siciliani, di singoli cittadini – i “Riferimenti civici” appunto – interessati al tema della tutela della salute, e selezionati attraverso il coinvolgimento dei cosiddetti “Partner della RCS”: Comuni, Università, Ordini professionali, Ambiti Territoriali dell’Ufficio Scolastico Regionale, Protezione Civile, e organizzazioni del Terzo Settore.

La Rete Civica della Salute è composta dalle persone volenterose che la costituiscono e consente all’amministrazione pubblica di governare con i cittadini. Questa inclusione serve ad accorciare le distanze. Affinché l’anello debole del rapporto sanità istituzione/sanità servizio/sanità fruitori – ovvero il singolo individuo venga rafforzato-

  1. E’ già iniziato il reclutamento che prevede l’obiettivo di raggiungere 2000 Rif.civ. ed entro il 2015, i primi 100.000 Cittadini organicamente informati.
  2. La RCS viene definita Una chiamata pubblica di Cittadini consapevoli che possono partecipare attivamente al miglioramento della qualità dei servizi sanitari, diventando “Riferimenti Civici della Salute” autodeterminati in ogni Comune.

Come si diventa Riferimento Civico.

1.Abilità d’uso dei sistemi di comunicazione informatizzata

2.Impegno ad operare in assenza di conflitto di interesse con il SSR

3.Motivazione alla partecipazione civica in sanità

4.Conoscenze di base del SSR e/o disponibilità alla formazione

5.Esperienze pregresse di impegno sociale

6.Competenze professionali in ambiti sanitario, sociale, giuridico e umanistico.

 

 

Un altro passo verso l’acquisto dell’ecografo portatile

Un altro passo verso l’acquisto dell’ecografo portatile per i bambini del Centro di Riferimento Regionale per la Prevenzione, Diagnosi e Cura delle Malattie Rare Reumatologiche del bambino, Presso  AOU “Policlinico – Vittorio Emanuele -P.O. “Gaspare Rodolico” Via Santa Sofia 78 Catania.
Lo scorso Natale 2014, difatti,  la Gioielleria Distefano, è stata protagonista di una encomiabile iniziativa, avendo destinato in favore dell’Associazione Maris Onlus che opera in favore dei bambini affetti da queste​ patologie, le somme altrimenti destinate a pensierini per i clienti che invece, a Natale ​come simbolo di condivisione dei valori di solidarietà, partecipazione e sensibilità alle problematiche di salute dell’infanzia,  hanno ricevuto le brochure dell’Associazione.

Un grazie di cuore dalla Maris Onlus alla Gioielleria  Distefano di Catania  per aver condiviso ed aver fatto condividere  i​l nostro progetto.​

Convegno sulle Malattie Reumatiche -Org. Rotary Club

 

 

 

 

CONVEGNO SULLE MALATTIE REUMATICHE AUTOIMMUNI: ASPETTI CLINICI E SOCIALI

HOTEL SHERATORN-ACICASTELLO

3 MARZO 2015

LA DOTT.SSA BARONE, NELL’OCCASIONE, PRESENTA LA MARIS E I PROGETTI DEI VOLONTARI

11046588_817330428315095_1931370866097539271_n

11011052_817330448315093_906861364356971255_n10402036_839317702783034_2762587014249170803_n11231755_841470745901063_2947781087370733094_n11193316_841470675901070_4208887432396324555_n

Weekend di shopping solidale MarisOnlus&Boutique Maliparmi

La Maris Onlus in collaborazione con  Boutique Maliparmi di Catania, ha organizzato il ” weekend dello shopping solidale ” il 30-31/Ottobre  e  1-2/Novembre/2014, durante il quale una parte del ricavato della vendita dei capi di abbigliamento è stato devoluto all’Associazione.

MarisOnlus&Maliparmi Boutique

weekend di shopping solidale

Per l’occasione la sera del 30 Ottobre presso la Maliparmi è stato organizzato un aperitivo di apertura a cui hanno preso parte alcuni soci, amici, familiari dei membri nonché numerosi clienti che con i loro acquisti hanno reso possibile il raggiungimento di un  lodevole traguardo ovvero un contributo di € 2.500,00, subito dopo accreditati sul conto corrente della Associazione.

Grazie di cuore alla Boutique Maliparmi e alla Dott.ssa Barone, fautrice di questa iniziativa!

 

 

 

SERATA DI BENEFICENZA-Sala SAL 27.6.2014

10410835_505256069574857_8454070949203345511_n10351610_253176294876684_3780688527353344261_n10513425_253176358210011_1492865658274930780_n10447082_691826710865468_4496564573614875171_n10440821_253176794876634_3016462701973972251_n

 

Venerdì 27 giugno 2014 – ore 21,30

presso SAL Spazio Avanzamento Lavori

Via Indaco 23 – Catania

 

Con il ricavato della serata verrà acquistato un ecografo portatile che consentirà di velocizzare le liste di attesa e di eseguire le infiltrazioni articolari più difficili ai bambini con artrite idiopatica giovanile.

Dopo l’infiltrazione i bambini recuperano pienamente le funzioni motorie impedite dalla malattia con notevole miglioramento della loro qualità di vita.

recensione:

Grandissimo successo della serata di beneficenza!!! Ringraziamo tutti gli amici che con la loro sensibilità hanno contribuito alla straordinaria riuscita della serata ed un ringraziamento speciale per l’impegno e la dedizione alla Dott.ssa Patrizia Barone, al nostro Presidente Patrizia Cavallaro, alla signora Lina Zappalà, alla signora Vittoria Celano e tutto lo staff Maris.